L’esplosione delle bollette

Il governo promette “incentivi" a pioggia ma non dice chi li pagherà. L’ultimo decreto del MISE promuove l’autoproduzione dell’energia elettrica nelle c.d. “comunità energetiche”. Entro qualche mese, Arera concorderà con i potenziali investitori quanto devono guadagnare, e poi spalmerà il tutto nelle bollette, che non potranno che aumentare. I nuovi al governo sono troppo giovani … Leggi tutto L’esplosione delle bollette

Incentivi e truffe secretati

Il post è di tre anni fa ma nel frattempo non è cambiato nulla! Con la voce A3 delle bollette ci sfilano dalle tasche una TAV all'anno e avremmo diritto di sapere dove finiscono i nostri soldi. Una delibera dell'Autorità per l'energia conferma che non é così! E' il caso di un produttore di energia assimilata alle … Leggi tutto Incentivi e truffe secretati

La socializzazione delle perdite

I "buchi" e i debiti dei venditori di energia elettrica vengono pagati da tutti i consumatori: erano 500 milioni per  Gala, che poi è fallita, e sono 156 adesso per Green Network, che ne deve il doppio a Enel. Si facciano pure avanti quelli che hanno fatto buchi, o magari pensano di farne in futuro: i … Leggi tutto La socializzazione delle perdite

Decreto rilancio e bollette

Il virus fa scoppiare il bubbone degli oneri di sistema che tutti i governi dicono da anni di voler sistemare. L'emergenza COVID sarebbe stata un'ottima opportunità per affrontarlo e invece, con quello che stanno architettando, non succederà nulla. Il problema degli oneri di sistema - quindici miliardi scaricati ogni anno nelle bollette - si trascina da … Leggi tutto Decreto rilancio e bollette

Gli assurdi oneri di sistema

Una rara slide dell'Autorità per l'energia mostra la situazione degli oneri di sistema che paghiamo con le bollette. Nel 2016 gli oneri valevano 14,4 e nessuno è in grado di fare previsioni per il futuro perchè nella voce "oneri di sistema" della bollette ci finisce di tutto: Alcoa, Ilva, Alitalia etc Ovvio che, in questa situazione, sono … Leggi tutto Gli assurdi oneri di sistema

L’ultimo spenga la luce

La componente A3 é la voce dominante degli oneri di sistema delle bollette, che, nel 2016, ci sono costavano 16,5 miliardi di euro. Qui il dettaglio. Ogni anno questa immensa quantità di denaro finisce prevalentemente nelle tasche di chi produce energia rinnovabile, in particolare fotovoltaica , in forza a una serie di decreti - conti energia … Leggi tutto L’ultimo spenga la luce

Salva Alcoa o si salvi chi può?

Di nuovo in difficoltà Alcoa, in nome della quale ci spillano da anni soldi con le bollette. Nel 2010 Berlusconi elargì quaranta miliardi di euro, in venti anni, ai produttori di energia rinnovabile. Un decreto recava misure urgenti per garantire il potenziamento e la sicurezza dell'energia elettrica in Sicilia e Sardegna e fu ribattezzato impropriamente “salva … Leggi tutto Salva Alcoa o si salvi chi può?

L’Italia delle sorprese

Nove mesi trionfali per le società energetiche che in questi giorni presentano i conti: margini da capogiro per i tempi che corrono e per i consumi quasi piatti. Terna, Enel, A2A,Snam, Acea, Hera, Iren solo per citarne alcune, che si muovono in ambiti prevalentemente regolati, o in forza di concessioni monopolistiche, possono permettersi utili netti superiori … Leggi tutto L’Italia delle sorprese

Il consumatore utile idiota

Risparmiare si potrebbe anche, basterebbe sapere quanto consumiamo, ma non sembra interessare a nessuno: tutti sanno quanto pagano ma pochi quanto consumano. Non leggiamo i contatori e le bollette addebitano consumi stimati: secondo Arera, responsabile di questo scandalo,  35 milioni di utenti del gas e 10 milioni di utenti di energia elettrica ricevono bollette basate … Leggi tutto Il consumatore utile idiota

Ravvedimento in Inghilterra

Un articolo del Telegraph denunciava l'anno scorso i problemi degli smart meters: difficile controllo delle bollette, rilevamento dei dati di consumo simile a una lotteria, cattivo segnale di trasmissione, display illeggibile, sicurezza del software e privacy. In definitiva, nessun risparmio per il consumatore. Il governo, che inizialmente voleva sostituirli tutti entro il 2020, dopo i primi … Leggi tutto Ravvedimento in Inghilterra

Chissa linea un save a fari

Un'altra proroga per il completamento dell'elettrodotto tra Sicilia e continente, una scandalosa telenovela che ci ricorda il Gattopardo. Dopo quella del febbraio 2014 e del febbraio 2016, sono stati accordati altri due anni con decreto del Ministero dello Sviluppo Economico e di quello dell'Ambiente. La richiesta, dello scorso gennaio,era di Terna "non essendo in grado di ultimare, nel … Leggi tutto Chissa linea un save a fari

Spending review

Gli oneri di sistema delle bollette valgono 17 miliardi di euro all'anno e, prima di socializzarli, sarebbe corretto analizzarli fino all'ultimo euro e ridurli. Sarebbe anche interessante capire come nutriamo le società che trasportano e distribuiscono energia elettrica e gas che, grazie a noi, conseguono margini operativi da record, con grande soddisfazione degli azionisti esteri. … Leggi tutto Spending review

Decàde il Cade

Periodo delicato per l'Autorità per l'energia: dopo aver perso, per ora, al TAR sulle multe comminate retroattivamente ai traders, colpevoli di speculare troppo - ma non c'era  alcuna regola chiara che lo vietasse - il Consiglio di Stato annulla un'altra deliberazione. Nel 2015, l'Autorità aveva imposto ai traders di fornire garanzie a favore delle imprese di … Leggi tutto Decàde il Cade

Fuori di SENno

I contenuti della nuova SEN , documento di Strategia Energetica Nazionale: Centralità del consumatore, come motore della transizione energetica; Totale liberalizzazione dei mercati retail, tutela solo per i clienti vulnerabili; Rimozione di elementi di distorsione di prezzi come la priorità di dispacciamento per le rinnovabili; Evidenziata la centralità dei distributori. Dalla teoria alla pratica: Del consumatore "centrale … Leggi tutto Fuori di SENno

I gattopardi dell’energia

Il grafico mostra i prezzi dell'energia elettrica di domani in tre zone: nord, sud e Sicilia. La Sicilia consuma 21 TWh all'anno, il 7% del paese. Da sempre, le nostre bollette pagano il pizzo ai produttori siciliani: domani vale 1,5 €/MWh in più sul PUN (prezzo unico nazionale). Ci sono voluti più di dieci anni … Leggi tutto I gattopardi dell’energia

Manovra sulle bollette

Gli oneri di sistema valgono il 30/40% del costo della bolletta dell'energia elettrica e, senza consumare un solo kWh, paghiamo bollette da 30€/mese. Per addebitarci gli oneri di sistema i venditori si inventano kWh inesistenti che non vengono né trasportati né consumati e le bollette sono degli autentici falsi. Ovvio che c'è qualcosa che non funzione e allora ecco … Leggi tutto Manovra sulle bollette

La neurobolletta

Questa è una bolletta della luce: com'è stato possibile arrivare a tanto? Gli addebiti variano dai pochi centesimi alle centinaia di euro: solo una squadra di menti contorte può aver creato una tale mostruosità, che nessuno leggerà mai, ed forse questo il fine che si prefiggevano. A parte la lista dei beneficiati, quelli che cioè … Leggi tutto La neurobolletta

Titoli fuorvianti

Al popolo dei consumatori, che paga 13 miliardi di euro all'anno alle energie rinnovabili, va perlomeno detta la verità, a differenza di quanto capita di leggere sulla stampa. Nell'articolo in questione si sarebbe dovuto spiegare ai lettori, che potrebbero farsi idee sbagliate, che il 21 maggio 2017 é stato sì raggiunto il picco dell'87% di … Leggi tutto Titoli fuorvianti

Aggio e disagio

Nel 1988, il Comitato Interministeriale Prezzi - governo Goria con Adolfo Battaglia ministro dell'industria - introduceva revisioni alla disciplina della Cassa conguaglio per il settore elettrico (provvedimento n. 3/1988). Il pt. 3 della delibera prevedeva che le imprese di distribuzione elettrica avrebbero trattenuto lo 0,5% degli importi fatturati in relazione al servizio di trasporto e … Leggi tutto Aggio e disagio

La farsa del Montenegro

La connessione elettrica con il Montenegro é solo uno dei tanti progetti che vanno avanti solo perché non si può tornare indietro. I numeri che giustificano l'investimento non ci sono, un'analisi costi/benefici condotta da un ente indipendente neppure. Così, proroga dopo proroga, Terna procede nella costruzione di un elettrodotto considerato "un tassello del progetto europeo di interconnessione". … Leggi tutto La farsa del Montenegro

Il gas come la benzina?

La bolletta del gas di un utente dell'area milanese dimostra la tendenza. Per un consumo di 130 m3 - 2300 m3/anno in tutela - vengono addebitati: 46€   di gas                                      (16,2%) 163€ di oneri di sistema       … Leggi tutto Il gas come la benzina?

E io pago

Pochi verificano le cifre incomprensibili delle bollette e i consumi sui contatori, impresa più difficile con i nuovi smart meters. Difficile quindi sapere con esattezza quanto si consuma anche perché le bollette fatturano sempre consumi stimati. Invece sarebbe sufficiente leggere bene, perlomeno una volta, la bolletta e gli allegati.  In questo caso si scopre che … Leggi tutto E io pago

La liberalizzazione del monopolio

Il decreto Bersani del 1999 intendeva liberalizzare il settore dell'energia elettrica. Nel 2014, una delibera dell'antitrust dimostrava che l'obbiettivo era ancora lontano,oggi lo é ancora di più e paghiamo l'energia più cara d'Europa. Prima del decreto Bersani, Enel gestiva l’intera filiera: produzione, trasmissione, distribuzione e vendita. Le municipalizzate gestivano le reti elettriche di alcune grandi città … Leggi tutto La liberalizzazione del monopolio

Inarrivabile Bortoni

La liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica imponeva, dal 2007, la separazione funzionale tra la società che distribuisce l'energia elettrica da quella che la vende; attività che facevano, e fanno ancora capo, alla medesima società. Un esempio per tutti é Enel: e-distribuzione distribuisce, enel energia vende sul mercato libero e servizio elettrico nazionale venderà sul mercato tutelato fino al … Leggi tutto Inarrivabile Bortoni

Gli amici degli amici falliscono

E’ il caso emblematico di Gala, società quotata in borsa, che nel 2014 in un contratto con Consip, aveva vincolato il prezzo a quello del petrolio. La caduta del prezzo del petrolio del 2015 rappresentava ingenti perdite per Gala che chiedeva una revisione del contratto per “un’eccessiva onerosità sopravvenuta” , Consip rifiutava e Gala faceva … Leggi tutto Gli amici degli amici falliscono