ISTRUZIONI

In quale mercato siete: tutelato o libero ( trovate la dicitura sulla bolletta)

Sapete quanti kWh, o quanti m3 di metano consumate in un anno?

Conoscete la potenza elettrica contrattuale a disposizione

Vi “salta” spesso il contatore?

Sapete dove sono installati i contatori: in casa, in cantina, altro?

Leggete i contatori almeno due volte all’anno?

Registrate le letture e le comunicate regolarmente al vs. fornitore?

Avete un’idea su quanto pagate in un anno, tra luce e gas ?

Il prezzo unitario lordo si ottiene dividendo il totale della bolletta per i kWh o per i m3 di gas; un risultato spesso incoerente perché dipende dal consumo.

Il prezzo unitario della sola quota energia,  e al netto del canone RAI, è indicato sulla bolletta ed è su quel valore che si basa il passaggio al mercato libero ( il valore pesa per circa un terzo del totale della bolletta,il resto sono tasse e oneri.

Potenza contrattuale (vale solamente per l’energia elettrica)  Per una famiglia di quattro persone una potenza a disposizione di 3 kW è sufficiente, basta non utilizzare più elettrodomestici simultaneamente.

Se non leggono regolarmente i contatori, quando ricevete bollette anomale di conguaglio, avete diritto alla rateizzazione ma potete chiedere anche il rimborso per il mancato servizio di misurazione.

Se avete un contatore elettronico non dovete pagare mai energia o gas stimati o in anticipo sui consumi.

I contratti

in attesa che si chiarisca la tempistica:

non concludete mai né, per nessuna ragione discutete ,i contratti al telefono.

Non mostrate mai le vostre bollette ad estranei.

Valutate con attenzione le soluzioni on-line con pre-pagamento che potrebbero essere vantaggiose.

Vanno rifiutate proposte che, oltre a gas e luce, offrono l’acquisto di lampadine, buoni sconto, assicurazioni, biglietti del cinema, condizionatori etc. di cui non avete bisogno. Sottoscrivendoli vi impegnate infatti per più anni e ne uscite solamente pagando penali, come per la telefonia.

Qualche consiglio pratico:

  • non leggete mai le bollette al telefono;
  • fotografate i contatori e il numero di matricola;
  • comunicate sempre, ogni mese per il gas, le auto-letture al fornitore e verificate che le bollette ne tengano conto.
  • se non riuscite a leggere il contatore, non pagate;
  • la bolletta del gas deve riportare il numero di matricola del contatore;
  • annullate il pagamento automatico della bolletta in banca (RID) ;
  • conservate le bollette degli ultimi dieci anni;
  • rifiutate la sostituzione  dei contatori;
  • presenziate sempre alle letture dei contatori verbalizzandole;
  • in caso di subentro gas annotate sul contratto il numero di matricola del contatore.

9 pensieri su “ISTRUZIONI

  1. Buongiorno, mi chiamo M. Stucchi. Le volevo segnalare che ho richiesto alla società Prometeo la verifica del mio contatore gas del 1998 (Ancona). La verifica è stata effettuata, non senza difficoltà, da una ditta di Sansepolcro. Al termine il distributore EDMA ha comunicato che l’errore di misura, alla portata massima e a quella ridotta, rispettivamente 8,3 e 7,7 supera quello ammesso dalla normativa.
    Secondo EDMA (ovvero la normativa?) avrei diritto alla ricostruzione del consumo a partire dall’ultima lettura valida assunta come contestata (05.2016). Io ritengo invece che il contatore funzionasse male da ben prima. Secondo lei posso fare qualcosa? Aggiungo che in conseguenza alla verifica è stato installato un nuovo contatore elettronico.
    Grazie e buona giornata

    "Mi piace"

  2. Salve. Ho il contatore dell’energia elettrica analogico. Oggi il 07/10/2015 passa un giovane dicendo che da Dicembre di quest’anno passeranno a cambiare i vecchi contatori, sostituendoli con quelli digitali.
    Ora, sapendo che sarà una fregatura, posso rifiutarmi di cambiarlo? Ho letto il suo blog, ma non so a cosa vado incontro se io mi rifiuto di cambiarlo. Il mio primo pensiero è che voglio lasciare tutto cosi com’è, ma posso farlo? La legge non tutela me ma solo queste sporche multinazionali, società truffaldine e chissà cos’altro.Quindi anche se sul nuovo contatore ci sta dopo la dicitura CE una M e le ultime due cifre della data di produzione, posso rifiutarmi di cambiarlo, anche se mi minacciano di staccare la corrente? Aspetto una sua risposta, e la ringrazio in anticipo per il suo tempo che dedicherà a me.

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.