Le trappole del mercato libero

imgres.jpg

Con la fine del mercato di maggior tutela, milioni di dovranno scegliere i fornitori di luce e di gas ed è meglio che si preparino.

I contratti di maggior tutela sono regolati dall’Autorità per l’energia, che ne stabilisce le clausole e ne aggiorna trimestralmente le tariffe; fornitore e utente fanno riferimento ad un contratto standard, predisposto da AEEGSI, che, appunto, tutela l’utente.

I contratti di mercato libero sono il risultato della libera contrattazione tra fornitore e utente e, in caso di contestazione, si fa riferimento al Codice Civile.

Abbiamo l’abitudine di firmare moduli senza leggerli come quelli delle polizze assicurative, dei contratti telefonici o di quelli bancari. Per la luce e il gas sono pochi quelli che sanno quanto spendono, e molto meno quelli che sanno quanto consumano; passare al mercato libero, senza sapere quanto si consuma, o senza capire le clausole contrattuali che ci vengono proposte, sarà un pericoloso salto nel buio!

I contratti di mercato libero sono contratti di servizi, che prevedono l’acquisto di beni, servizi accessori o altri gadgets. E’, in pratica, la stessa esca utilizzata dalle società di  telefonia mobile quando ci propongono l’acquisto di un tablet a rate e ci legano per contratti biennali, dai quali non possiamo recedere senza pagare le penali.

Prima abolire il mercato di maggior tutela, sarebbe essenziale informare una popolazione di utenti totalmente impreparata, come fanno per es. in Inghilterradove  la bolletta é un vero servizio al consumatore, che continua nel tempo.

In Italia, invece, oltre a bollette incomprensibili, le proposte di subentro arrivano prevalentemente al telefono ma anche con il più devastante e subdolo metodo del porta a porta: personaggi senza scrupoli, pagati a provvigione per ogni contratto che riescono a concludere, approfittano della buona fede dell’utente, blandendolo con la promessa di futuri inesistenti risparmi e gli fanno firmare una lunga serie di moduli.

Entro un paio di settimane dalla visita, l’utente riceve una telefonata per confermare l’accettazione a quanto gli é stato proposto e, pur non avendo letto e capito quello che ha firmato, dà il suo assenso telefonico e si fa registrare la telefonata.

Un esempio di quello che succede é questa bolletta enel dove i canoni mensili delle voci accessorie equivalgono allo sconto sul prezzo dell’energia, annullando qualsiasi risparmio.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...