Dalla banda larga al monopolio con i contatori

Per il nuovo AD di Enel: "l'operazione banda larga ha senso se si coprono i 33 milioni di contatori. La nostra proposta è di posare la fibra nel cosiddetto ultimo miglio.  Se si fa coincidere questa disponibilità con il nostro piano di sostituzione di 33 milioni di contatori che abbiamo installato 15 anni fa, a partire … Leggi tutto Dalla banda larga al monopolio con i contatori

Breve storia dell’energia (5):ritorno al monopolio

"In Italia, Enel è la più grande azienda elettrica. Opera nel campo della generazione di elettricità da impianti termoelettrici e rinnovabili con quasi 31 GW di capacità installata. Di questi, più di 3 GW sono costituiti da impianti di generazione da fonti rinnovabili gestiti attraverso EGP. Inoltre, Enel gestisce gran parte della rete di distribuzione … Leggi tutto Breve storia dell’energia (5):ritorno al monopolio

Breve storia dell’energia (1): nazionalizzazione, referendum e tangenti

Nel 1962, in pieno boom economico, i politici realizzano che l’energia elettrica sarà un grande affare per un paese energivoro come il nostro e, su richiesta dei socialisti, Fanfani la nazionalizza, creando ENEL - Ente nazionale per l'energia elettrica e trasferimento ad esso delle imprese esercenti le industrie elettriche - che rileva, strapagandole, tutte le imprese elettriche nazionali. Fino … Leggi tutto Breve storia dell’energia (1): nazionalizzazione, referendum e tangenti

Una bolletta spagnola

Come la bolletta francese, anche quella  spagnola si compone, per luce e gas, di un'unica pagina. Da notare che: la bolletta é datata 10 febbraio e conteggia i consumi effettivi di gas fino al 4 febbraio, e di energia elettrica fino al 28 gennaio. Quindi, tra la lettura dei contatori e l'emissione della bolletta passano quindi pochi giorni. … Leggi tutto Una bolletta spagnola

Marketing aggressivo

Un lettore riceve con la posta elettronica una fattura. Nessun riferimento del documento è valido: non il codice fiscale, né il numero del conto corrente e non è neppure un utente di Enel; la fattura ha un numero, presumibilmente falso e addebita il consumo di maggio e giugno. Nel testo ci sono alcuni link che forse … Leggi tutto Marketing aggressivo

Luce e gas come la benzina

E' bene sapere cosa paghiamo, quando compriamo un litro di carburante. Un euro al litro di benzina mantiene il sistema: 50 litri dànno 50 euro al sistema. Nessun fornitore di luce e gas vi informerà nello stesso modo: dovrete capirlo leggendo le bollette; non é impresa semplice perché il sistema é restio a dare queste … Leggi tutto Luce e gas come la benzina

I signori dell’energia:quelli delle isole

In attesa che la Comunità Europea si pronunci sugli aiuti di stato, il decreto milleproroghe estende al 31/12/2017 il servizio di superinterrompibilità elettrica per Sardegna e Sicilia. Riduce le quantità massime approvvigionabili: da 500 a 200 MW in Sicilia e da 500 a 400 MW in Sardegna. Anche il premio viene ridotto a "soli" 170.000 €/MW/anno:in … Leggi tutto I signori dell’energia:quelli delle isole

Il contatore francese

Dopo anni di prove su piccole reti pilota, parte in Francia il programma Linky che prevede la sostituzione di 35 milioni di contatori di energia elettrica. In Italia invece abbiamo pagato con le bollette milioni di contatori illegali, non sappiamo come funzionano o non possiamo neppure leggerli perché il visualizzatore é spento. Chi li legge … Leggi tutto Il contatore francese

Mercato libero: qualche precauzione

Fra un anno finirà il mercato tutelato e,dicono, tutto sarà più libero e conveniente. Attualmente il mercato libero dell'energia elettrica è concentrato su cinque operatori che si dividono  il 90% dei clienti domestici: Enel, in posizione dominante, Eni, Acea, Edison e A2A. Il mercato del gas vede Eni, Edison ed Enel che controllano il 46% … Leggi tutto Mercato libero: qualche precauzione

L’esplosione degli oneri di sistema: 15 miliardi all’anno

ll presidente dell’Autorità per l’energia ha informato la Commissione Industria del Senato che «il complessivo fabbisogno di gettito annuo degli oneriu di sistema raggiungerà 15 miliardi nel 2015, il doppio del 2011».  Non è una novità: la causa dell'esplosione degli oneri è la crescita degli incentivi alle rinnovabili (83% del totale) e alle assimilate, anche … Leggi tutto L’esplosione degli oneri di sistema: 15 miliardi all’anno

Energia termoelettrica:un disastro

Il rapporto della Direzione Generale del Ministero dello Sviluppo Economico evidenzia la crisi del settore. Si sarebbe potuta evitare, chiudendo le centrali vecchie mentre se ne costruivano di nuove, ma non è andata così!  Le abbiamo mantenute noi con le bollette e il prezzo dell'energia è tra i più cari in Europa! La corsa all'energia termoelettrica parte … Leggi tutto Energia termoelettrica:un disastro

Lo stoccaggio del gas

Solitamente in febbraio fa freddo e i prelievi di gas dagli stoccaggi s'impennano. In questi giorni vengono mediamente prelevati dagli stoccaggi 150 milioni di m3 al giorno, il doppio di quanto veniva prelevato a fine dicembre, quando il Ministero dichiarò lo stato di allerta. Nel febbraio del 2012 faceva molto freddo e Scaroni, a quel … Leggi tutto Lo stoccaggio del gas

Lo “spalmaincentivi” e l’operazione FFSS

Le buone intenzioni del governo di ridurre il costo delle bollette resteranno tali: 1) con  lo "spalma incentivi" il governo vuole imporre ai produttori di energia rinnovabile la rimodulazione degli incassi su un periodo più lungo, 25 anni invece di 20. Scontata la resistenza dei produttori come Enel Green Power, società quotata in Borsa, che deve tutelare gli … Leggi tutto Lo “spalmaincentivi” e l’operazione FFSS

Una bolletta tedesca

E' la bolletta di una Immobiliare di Dusseldorf, che acquista energia elettrica per uno stabile. La potenza installata è di 347 kW e il consumo giornaliero di circa 2.300 kWh. Le voci di spesa sono tre: una quota fissa, per l'impegno di potenza giornaliero, equiparabile a tutti i nostri oneri di sistema; una quota variabile, in funzione del … Leggi tutto Una bolletta tedesca