Una bolletta inglese

Il consumo annuo di questo utente di Londra è di 3.400 kWh ( l’utente  domestico tipo italiano ne consuma 2.700).

La bolletta inglese viene emessa due giorni dopo la lettura fisica del contatore, ed è composta da tre voci:

  • il prezzo è di 16 cent/kWh;
  • le spese fisse 21 cent/giorno
  • IVA al 5%

L’utente paga 19 cents/kWh,un quarto in meno di noi, ma é a Londra.

In Italia paghiamo l’IVA sulle accise, cioè una tassa sulla tassa!

La bolletta inglese riporta poche ma essenziali informazioni per il cliente:

  • in base allo storico dei suoi consumi, nei prossimi 12 mesi spenderà 552 sterline a prezzi variabili;
  • sta utilizzando la migliore tariffa di acquisto;
  • potrebbe ottenere una riduzione del 15% se aderisse all’offerta dello stesso fornitore, che prevede un prezzo fisso.

Essenziale anche l’indicazione della tariffa di comparazione – TCR – che servirà all’utente per valutare le offerte di altri fornitori, perché a quella, e solo a quella, dovranno riferirsi quando proporranno di subentrare.

 

Un pensiero su “Una bolletta inglese

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...