L’Autorità contro i consumatori

Nessuna tutela per il consumatore alla sostituzione di un contatore!

Lo prevede l’Autorità per l’energia“La regolazione vigente non prevede la vostra presenza all’operazione salvo che il contatore sia posto in un luogo non facilmente accessibile per il distributore in assenza del cliente finale o di un suo delegato. Inoltre non è previsto il rilascio al cliente di documentazione ai fini della certificazione della lettura di rimozione il quale, pertanto, è riconducibile a scelte operative del distributore”.

Le conseguenze sono:

  • a meno di non dover entrare in casa, il distributore può continuare indisturbato a installare contatori, omologati o  illegali, come ha fatto negli ultimi anni, senza neppure informare l’utente;
  • ammesso che riusciate a leggerlo, l’Autorità ritiene del tutto inutile che registriate i dati di consumo del vecchio contatore. Meglio invece non fidarsi di dati di bollette che magari arriveranno dopo mesi e quindi fate verbalizzare i dati di consumo.

E’ un vostro diritto!

Come quello di sapere a che titolo si presenta un terzo (il distributore) senza che il vostro fornitore vi abbia neppure informati.

E se invece il vecchio contatore non si legge o é illegale, fatelo sequestrare.

9 pensieri su “L’Autorità contro i consumatori

  1. Ing. Costantini,se per garante lei intente l’Autorità per l’energia, le rammento che questa non ha alcuna competenza in metrologia legale che invece dipende dal MISE. Era il MISE che doveva omologare i contatori e non é stato fatto. L’Autorità si occupa della gestione del dato una volta generato dallo strumento e non può imporre certo la sostituzione dei contatori. Può però stabilire le caratteristiche e i criteri di gestione del dato e quanto costerà al consumatore tutta l’operazione da pagare in tot anni.

    Mi piace

  2. Buon pomeriggio Ingegnere, la cosa è alquanto inquietante. Che succederà quando saranno sostituiti tutti i contatori di scambio installati su impianti fotovoltaici incentivati? Il GSE non pretenderà il verbale di sostituzione?
    Saluti Maurizio

    Mi piace

    • Bella domanda! Quando si tratta di prendere (dal consumatore) in effetti va bene per chi vende ma se il GSE deve pagare un produttore e cambiano il contatore a chi resta lo storico del prodotto? sempre a Enel. Credo che per i produttori il verbale ci sarà eccome!

      Mi piace

  3. Buongiorno Beltrame,
    probabilmente ne è già a conoscenza, volevo comunque segnalarle la pubblicazione in GU del Decreto 24/3/2015 n.60 contenente il Regolamento per l’esecuzione dei controlli metrologici successivi sui contatori di energia elettrica (ex DL 2/2/2007 n.22, attuativo della Direttiva 2004/22/CE – MID).
    Di seguito il link: http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario;jsessionid=tNlSGIkw+a2isejvPOnEoQ__.ntc-as4-guri2a?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2015-05-14&atto.codiceRedazionale=15G00071&elenco30giorni=false
    Saluti
    Romeo Tavoni

    Mi piace

    • Grazie Tavoni il decreto 24/3/2015 n.60 attiene ai contatori omologati MID, una minima parte di quelli operanti. La percentuale esatta la conoscono solo i distributori.La direttiva europea MID è del 2004 ed è stata recepita dall’Italia nel marzo 2007, “legalizzando” decine di milioni di contatori, di fatto illegali, che operano dal 2001.Quei contatori potranno operare “per decreto” fino a quando non verranno rimossi e non possono essere verificati legalmente in contraddittorio perché, non essendo omologati, non esistono le procedure di prova.Il succitato decreto n° 60, emesso più di dieci anni dopo la direttiva europea,regola quindi le verifiche periodiche dei contatori omologati.

      Mi piace

    • Dott. Beltrame
      mi chiedo e le chiedo, considerato che il contatore si trova in un luogo accessibile solo con la presenza di uno degli inquilini, tenuto conto che per accedervi è necessario avere a disposizione la chiave del cancello, che cosa succede se tutti gli inquilini si rifiutano di far accedere i tecnici al locale per la sostituzione del contatore? Mi viene imposta dalla legge oppure all’autorità? Non mi sembra che il Garante abbia l’autorità di imporre la sostituzione dei contatori? Mi sembra una soluzione generica che tende a sanare la porcata fatta tanti anni fa. nel caso voglia impedire la sostituzione del contatore che cosa può succedere sotto il profilo legale?
      Attendo una sua risposta in merito in quanto in tutti qesti anni hanno fatto il porco comodo loro appoggiati dal MISE e dal Garante.
      Saluti Giuseppe Costantini

      Liked by 1 persona

      • Sig. Costantini, la rimando al mio post precedente https://edoardobeltrame.com/2015/03/25/enel-lenergia-che-ti-spreme/ con il quale cercavo di spiegare come sono andate le cose. Quando, nel 2006,l’Autorità emanò la delibera 292, i contatori illegali installati erano già decine di milioni, ma per l’Autorita, leggendo la delibera, erano solamente “alcuni”. Sulla base di quella delibera un utente non può più opporsi alla sostituzione a condizione che il contatore sia di tipo legale,e quindi omologato MID. Particolarmente grave, e lesivo dei suoi diritti, è l’impossibilità per l’utente di verbalizzare la lettura del contatore che viene sostituito.

        Liked by 1 persona

      • ing. Beltrame mi domando e le chiedo quale potere ha il Garante, in base alla normativa vigente, di imporre la sostituzione di contatori che non ha saputo ma forse non ha voluto legalizzare se non con la frase “potranno continuare ad essere utilizzati fino alla loro sostituzione”.
        Se questo è un metodo per rendere legale ciò che non è, potrebbe essere fatto da qualsiasi cittadino che non capisce niente di come funzionano i contatori, non sa quali caratteristiche debbono avere ma soprattutto bisogna considerare che la fatturazione avviene sui dati che non sono quelli segnati dal contatore, come prescrive la legge, ma quelli inviati in centrale con una tecnica della quale non si conoscono le caratteristiche, approvata dal Garante.
        Quale società ha effettuato le misure sui contatori elettronici certificando che gli stessi sono conformi alle norme europee?
        Allora perché i cittadini dovrebbero sottostare a questo nuovo salasso, cioè il cambio del contatore, quando ancora non sappiamo come si fonda la fatturazione? Sono certificati e conformi?

        Distinti saluti.
        Roma 11/01/2017 Giuseppe Costantini

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...