Come si cambia

“Fermiamo immediatamente i nuovi contatori dell’Enel” scriveva così un deputato dell’opposizione nel 2017, proprio quando Enel stava incominciando a sostituire i primi contatori elettrici – dei 40 milioni previsti – con sistemi di misurazione illegali.

L’intervento era di Davide Crippa, ingegnere e attuale capogruppo del M5S alla Camera, e non era la prima volta che interveniva sull’argomento.

Assieme ad altri colleghi del M5S, nel 2013, era cofirmatario di un’interrogazione parlamentare, alla quale il vice-ministro in carica rispondeva in modo piuttosto evasivo, disconoscendo, cosa ben più grave, l’operato della Prefettura di Milano che, da anni, confiscava contatori illegali.

Siccome le risposte del MISE non lo avevano soddisfatto, Crippa continuava caparbiamente la battaglia sul suo blog personale, chiedendosi “chi controlla i contatori dell’Enel”.

Forse, anche per questa sua frenetica attività, il primo governo Conte lo nomina sottosegretario del MISE, con delega proprio per l’energia.

Crippa sarebbe stato quindi in grado di approfondire l’argomento per rispondere alle sue stesse domande.

Ma, con la nuova carica, le curiosità del Crippa scemano, e quando l’anno scorso Roberto Traversi lo interpella alla Camera, Crippa risponde come gli era stato risposto sei anni prima e la “soap opera” dei contatori, come l’aveva definita la prima volta, è solo un brutto sogno!

La sostituzione dei contatori con sistemi di misura illegali prosegue, e se qualcuno si azzarda ad opporsi, l’Enel chiama i Carabinieri.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.