Le perdite di rete

Le reti sono inefficienti?

A chi può importare se il costo viene scaricato in tariffa?

Nessuno dei servizi essenziali è immune da questo schema perverso: l’obbiettivo non è quello di ridurre le perdite e sanzionare i responsabili ma continuare con questo andazzo e blaterare su efficientamento e risparmio energetico.

Eclatante il caso dell’acqua: degli 8,3 miliardi di metri cubi forniti alle reti comunali, e pagati comunque dai consumatori, ce ne arrivano solo 4,9.

Imbarazzante il settore dell’energia elettrica dove le  perdite di rete sono convenzionalmente fissate dall’Autorità in percentuale sull’energia prelevata da ciascun utente.

Neppure il settore del gas é immune: le perdite vengono calcolate per differenza tra l’acquistato e il fornito, il valore viene messo a bilancio e posto a carico dei consumatori.

La beffa finale è che le inefficienze delle reti vengono sanzionate dall’Europa per decine di milioni di euro all’anno e restano a carico di tutti i cittadini, consumatori e non.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.