Attenti al gas!

Il gas è pericoloso e gli addetti ai lavori considerano “fisiologiche” alcune morti all’anno .

Nei contratti, che molto spesso firmate senza leggere,le responsabilità sono chiare: c’è il fornitore, che vende il gas, e il distributore che ve lo fa arrivare a casa e lo misura.

In passato, distributore e venditore erano la stessa società, che aveva tutto l’interesse a risolvere qualsiasi problema dell’utente per non perderlo.

Ora invece é l’utente a dover provvedere alla sicurezza dell’impianto dopo il contatore: tubazioni, caldaia o scaldacqua, e fuochi della cucina.

Se, per esempio, il  contatore è installato in un’area comune condominiale, l’utente é responsabile anche del tratto di tubazione che collega il contatore al suo appartamento e, se quel tratto di tubazione avesse dei problemi di tenuta, sarebbe lui a risponderne.

I fornitori avvisano gli utenti che però non leggono.

Solamente in occasione di nuove installazioni, o di subentro nella fornitura, il distributore esce per verificare che l’impianto a valle del contatore non perda.

Ma milioni di impianti non vengono controllati da anni: si controlla la caldaia ma non il tubo flessibile dei fuochi, che va cambiato ogni cinque anni.

Il prezzo del gas giustifica adesso il cambio del fornitore non fosse altro che per verificare che il vostro impianto sia a posto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...